Benessere

Il malessere si scopre, il benessere si inventa

Benessere
In nessun campo gli uomini hanno messo tanto impegno
come nella ricerca del benessere.
Lo hanno ricercato direttamente e lo hanno chiamato piacere.
Lo hanno vietato, rendendolo più scarso, per poterlo meglio godere.
Lo hanno poi sentito scarsissimo, irraggiungibile
e lo hanno chiamato dovere
Lo hanno organizzato, programmandolo, imponendolo e desiderandolo
e lo hanno chiamato lavoro.
Lo hanno costantemente cercato come oggettivo, stabile, non più loro e lo hanno chiamato legge, struttura, istituzione, stato.
Lo hanno spesso sentito come sentimento futuro e lo hanno chiamato soggetto.
Lo hanno sempre sperato raggiungibile e lo hanno chiamato politica.
Lo hanno anche proposto e temuto e lo hanno chiamato privilegio e colpa.
La ricerca del benessere è giunta così alla portata degli italiani di oggi, da poco usciti dalla proibizione di essere felici,
da poco venuti in possesso di una licenza di benessere.
Avendo in passato criminalizzato il benessere oggi hanno bisogno di esperti di benessere,
di consulenti, animatori, moderatori, conduttori.
Hanno bisogno di stimolatori non individuali, ma di gruppo
cioè di costruttori di benessere diffuso, oltre che soggettivo.
Benessere sono quelle mentalità che inventiamo oggi, pensando a ieri ..
Bellessere sono quelle che inventiamo oggi, pensando a domani:
Le professionalità buone o belle.
Queste ultime sono le professionalità scarse
che per questo devono essere considerate prioritarie.

Commenti chiusi